Kvgo.us

Kvgo.us

Scaricare farmacopea ufficiale xii

Posted on Author Dorr Posted in Grafica e design

  1. FARMACOPEA UFFICIALE XII Ed. - Aggiornamento e correzione
  2. Federfarma Messina
  3. Avviso di vendita farmacia
  4. Farmacopea

1 XII Edizione della Farmacopea Ufficiale della Repubblica Italiana Decreto del 3 dicembre Avviso relativo all'approvazione della XII. Scaricare farmacopea ufficiale xii. Dopo otto anni sono stati aggiornati e rivisti alcuni testi della XII edizione della Farmacopea Ufficiale della Repubblica Italiana. Farmacopea Ufficiale XII edizione. TABELLA Scarica la Tabella N. 2. TABELLA 12) Antimicrobici (sulfamidici, antibiotici, antifungini), antivirali. 13) Ormoni. Eé approvato il testo della XII Edizione della Farmacopea Ufficiale della Repubblica catodo cavo e lampade a scarica di radiofrequenza.

Nome: scaricare farmacopea ufficiale xii
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
Licenza: Solo per uso personale
Dimensione del file: 30.73 Megabytes

I testi attualmente in vigore sono:. Delegazione Italiana presso la Commissione Europea di Farmacopea Con il Decreto del Ministro della Salute del 30 ottobre sono stati nominati membri effettivi della Delegazione Italiana presso la Commissione Europea di Farmacopea, per il triennio , i seguenti componenti esperti nel campo delle questioni trattate dalla Commissione stessa: Dr.

Fin dalla sua istituzione la STFU è stata la struttura tecnico-scientifica che permette lo svolgimento e l'attuazione dell'insieme delle attività connesse con l'elaborazione e la pubblicazione della Farmacopea Italiana e con gli impegni derivanti dalla partecipazione dell'Italia ai lavori per l'elaborazione della Farmacopea Europea nell'ambito della Convenzione per l'elaborazione di una Farmacopea Informiamo i visitatori, in virtù della individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie - 8 maggio Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.

Seguendo questo link salti il contenuto della pagina e vai direttamente alla Mappa del sito a fondo pagina.

Cerca nel sito ISS. In questo sito I contenuti più aggiornati. Delegazione Italiana presso la Commissione Europea di Farmacopea Delegazione Italiana presso la Commissione Europea di Farmacopea Con il Decreto del Ministro della Salute del 30 ottobre sono stati nominati membri effettivi della Delegazione Italiana presso la Commissione Europea di Farmacopea, per il triennio , i seguenti componenti esperti nel campo delle questioni trattate dalla Commissione stessa: Dr.

Pubblicato il in Documenti , aggiornato al Leggi Pubblicato il in Chi Siamo , aggiornato al Leggi Metodi generali di farmacognosia. Saggi e procedimenti tecnologici. Materiali usati nella fabbricazione di contenitori e Contenitori. Materiali usati nella fabbricazione di contenitori. Argomenti generali. Forme farmaceutiche. Materie prime. Preparazioni farmaceutiche specifiche. Preparazioni omeopatiche. Decreto di recepimento della 6 edizione della Farmacopea Europea. Decreto di recepimento dei supplementi 6.

Per quanto riguarda il nostro Paese, la 6 a edizione della Farmacopea Europea e supplementi pubblicata e recepita in inglese e francese ed in vigore dal 1 gennaio insieme alla presente XII ed. Un certo numero dei testi europei e nazionali in essa contenuti sono stati oggetto del citato processo di revisione. Un particolare aspetto che ha caratterizzato tale processo nei testi europei riguarda le monografie generali. Come riportato nella stessa introduzione della 6 a edizione della Farmaco- pea Europea tali monografie non solo sono complementari per le singole monografie specifiche ma contengono norme che debbono essere applicate, tranne quando dichiarato esplicitamente, anche per le singole sostanze per le quali non esiste la relativa monografia di farmacopea.

Infatti in essa e' previsto che, quando una sostanza non descritta in una singola monografia di farmacopea viene utilizzata in un prodotto medicinale preparato estemporaneamente per le esigenze di singoli pazienti, e' compito del farmacista decidere, mediante una valutazione di rischio valutazione da effettuare alla luce della qualita' della sostanza a disposizione e del suo uso proposto , il rispetto o meno delle specifiche imposte dalla monografia generale stessa.

Prefazione alla VI edizione della farmacopea europea. Uno sviluppo rimarchevole ha caratterizzato il lavoro fatto per la Farmacopea nei decenni trascorsi: dai testi della 1 a Edizione alla pubbli- cazione, con cicli triennali, della 4 a , 5 a e 6 a Edizione cia- scuna con tre supplementi annuali. Le monografie specifiche e generali cos ' come gli altri testi della Farmacopea ai quali si fa riferimento nelle monografie stesse sono obbligatori nei territori dei 37 Stati Membri, inclusa la stessa Unione Europea, tutti firmatari della Convenzione.

Conseguente- mente gli standards di qualita' elaborati dalla Farmaco- pea Europea hanno, in gran parte del globo, un impatto sulla qualita' dei prodotti medicinali e delle sostanze per uso farmaceutico. Sin dalla 5 a Edizione la versione cartacea della Farmacopea Europea e' stata pubblicata, per motivi pratici, in due volumi.

La 6 a Edizione, in vigore dal 1 gennaio , sara' completata con otto supplementi, tre per anno, in modo da permettere una rapida appli- cazione delle decisioni prese durante le varie sessioni della Commissione di Farmacopea Europea.

Cio' e' stato possibile anche grazie alla disponibilita' di quei Paesi che tradu- cono nelle loro lingue nazionali le monografie europee pubblicate solo nelle lingue inglese e francese. La versione elettronica e' sempre piu' popolare e sembra indicare il modo preferito dagli utilizzatori per consultare la Far- macopea. La pubblicazione triennale iniziata con la 4 a Edizione continua con la presente edizione e sara' man-.

Que- sti esperti danno del loro tempo, competenza ed espe- rienza per la messa a punto, a disposizione del pub- blico, di standards di qualita' ai piu' alti livelli e continuamente revisionati alla luce della evoluzione scientifica e tecnica.

FARMACOPEA UFFICIALE XII Ed. - Aggiornamento e correzione

Inoltre le specifiche tecniche adottate dalla Commissione sono basate su di un processo decisionale unanime; ogni Stato Membro della Commissione ha, qualora lo ritenga opportuno, il diritto di veto.

Gli otto Paesi fondatori della Convenzione realizza- rono, nel , che la fabbricazione e gli standards per il controllo della qualita' dei prodotti medicinali pre- senti nel mercato europeo dovevano essere armonizzati per motivi di salute pubblica e per facilitare la libera circolazione degli stessi prodotti medicinali. Ma il mondo farmaceutico e' cambiato radicalmente dal ed il mercato dei prodotti medicinali e' divenuto globale.

Nei primi anni il lavoro e' stato focalizzato sulla armo- nizzazione di monografie relative ad eccipienti larga- mente utilizzati. Quando una monografia e' armonizzata vengono for- nite dettagliate informazioni nella monografia stessa e nel capitolo generale 5. Non e' tanto il lavoro di armonizzazione come tale che da' luogo alla maggior parte dei problemi quanto la messa in vigore dei testi armonizzati che deve essere decisa in accordo con le autorita' regolatorie europee.

In questo contesto si sono rafforzati costantemente nel corso degli anni i rapporti tra la Commissione di Far- macopea Europea e le autorita' regolatorie europee, le industrie farmaceutiche e le loro associazioni.

Il crescente numero di monografie sulle sostanze per uso farmaceutico e la necessita' di mantenerle aggior- nate induce un incremento del programma di lavoro dei Gruppi di Esperti. Continua a sussistere la carenza di esperti, aventi accesso a laboratori, come membri permanenti dei Gruppi di Esperti o come specialisti ad hoc. Oltre alla riorganizzazione del sistema dei Gruppi di Esperti e Gruppi di Lavoro sono state portate a quat- tro le procedure di lavoro per la elaborazione delle monografie.

Il fabbricante e le autorita' nazionali di farmacopea del paese in cui e' fabbricata la sostanza mettono a punto una bozza preliminare della monografia e controllano speri-.

La bozza del testo viene rivista da un Gruppo di Lavoro e quindi sottopo- sta, con la procedura usuale, ad inchiesta pubblica. Questo approccio permette una rapida elabora- zione di monografie su sostanze ancora sotto bre- vetto. La collaborazione avvenuta nel corso degli ultimi anni tra innovatori e fabbricanti di tali sostanze attive si e' rivelata molto fruttuosa.

Nel settore delle sostanze farmaceutiche attive la Commissione della Farmacopea Europea ha deciso. Un cambia-. Sempre per la 5 a Edizione, un nuovo capitolo, 5. Le monografie contenenti ancora un saggio sulle sostanze correlate basato sulla cromatografia su strato sottile TLC sono in corso di revisione ed il lavoro con- tinuera' nei prossimi anni.

Si spera che tali revisioni pos- sano essere portate a termine durante la pubblicazione della 6 a Edizione. Nel frattempo gli utilizzatori della Farmacopea debbono far riferimento al capitolo gene- rale 5. Tale obiettivo non puo' essere raggiunto senza una stretta collaborazione con le autorita' di registrazione e senza uno scambio di informazioni sulle specifiche delle impurezze. Al riguardo e' stata istituita una procedura.

Anche la Certifica- zione di conformita' alle monografie della Farmacopea Europea puo' costituire una valida sorgente di informa- zioni sulla purezza delle sostanze per uso farmaceutico. Tale procedura e' , comunque, confidenziale e come tale sara' mantenuta. Nel caso in cui e' presente una nuova impurezza tale da richiedere la revisione della mono-. Sin dalla 5 a Edizione della Farmacopea Europea, un certo numero di monografie relative ad eccipienti con- tengono una sezione non obbligatoria relativa alle caratteristiche correlate con la funzionalita' FRCs.

Inoltre un capitolo generale sulle FRCs e' stato elabo- rato e pubblicato in Pharmeuropa per includerlo nella. Questo capitolo generale 5. Sulla base delle informazioni derivate da que-. Le prime monogra- fie di sostanze utilizzate nella medicina tradizionale cinese sono state pubblicate nella 6 a E d i z i o n e e s i s p e r a. Anche il lavoro sui prodotti medicinali omeopatici e' progredito negli ultimi tre anni; in particolare si e' rag- giunto un accordo per incorporare nella Farmacopea Europea capitoli specifici relativi a metodi di fabbrica- zione omeopatica , elaborati sulla base delle informa- zioni contenute nelle diverse farmacopee omeopatiche esistenti in Europa.

A seguito di questo progresso e' stato istituito un nuovo Gruppo di Lavoro sui metodi.

Gruppo che lavorera' in. I progressi realizzati dalla Commissione di Farmaco- pea Europea nel corso degli ultimi anni non sarebbero stati fattibili senza la partecipazione del gran numero. La Commissione e' grata a tutti questi esperti che hanno. La Commis- sione e' egualmente riconoscente ai Presidenti dei Gruppi che hanno la responsabilita' di guidare il lavoro e portarlo a termine entro ristretti limiti di tempo.

Si ringraziano i Presidenti per il loro contributo ai lavori dei Gruppi e per la loro assistenza e consulenza alla Commissione stessa. Il giornale della Farmacopea Europea, Pharmeuropa , costituisce una valida fonte di informazione. La stretta relazione che, in Europea, lega i processi regolatori con gli standard della Farmacopea costituisce un fat- tore essenziale per la protezione della sanita' pubblica.

Desidero ringraziare tutti i membri della Commissione della Farmacopea Europea per il loro supporto e spi- rito di collaborazione apportato sia durante che al di fuori delle sessioni della Commissione stessa.

Ringrazio sinceramente il Presidio per la sag- gezza e per il supporto ricevuto nel corso del mio man- dato di Presidente. Infine voglio ringraziare sinceramente Dr. La vostra collaborazione, che apprezzo da lunga data, mi e' stata particolarmente preziosa nel corso dei tre. Ogni delegazione e' formata da non piu' di tre membri scelti per la loro competenza negli argomenti trattati dalla Commissione.

Sono ammessi alle Sessioni della Commissione, in accordo con le Regole di Procedura, osservatori prove- nienti da Stati non-Membri della Convenzione e da organizzazioni internazionali. La Commissione riconosce che a seguito delle globaliz- zazioni della catena di approvvigionamento delle sostanze per uso farmaceutico sono essenziali relazioni con Paesi non-europei. Articolo 6. In accordo con i termini della Convenzione, le Parti Contraenti si impegnano ad adottare le necessarie misure per assicurare che le monografie della Farmaco- pea Europea diventino norme ufficiali applicabili nei loro rispettivi territori.

Il ruolo della Farmacopea Europea e' la promozione della salute pubblica mediante la messa a punto di norme comuni riconosciute e che devono essere utiliz- zate dal personale sanitario e da chi e' coinvolto con la qualita' dei medicinali. La loro esistenza:. Le monografie e gli altri testi della Farmacopea Euro- pea vengono elaborati in modo da rispondere alle esi- genze:. La Farmacopea Europea e' largamente usata a livello internazionale. Introduzione alla VI edizione della farmacopea europea.

Farmacopea per poter meglio soddisfare alle loro esi- genze e facilitare la loro collaborazione. A tal fine si stanno mettendo in atto procedure piu' idonee per otte- nere informazioni concernenti la priorita' di elabora- zione di nuove monografie ed il modo di migliorare la qualita' della Farmacopea.

La Commissione ha un Segretariato Tecnico, situato a Strasburgo, con personale scientifico ed amministra- tivo. Il Laboratorio della Farmacopea Europea, parte integrante del Segretariato, ha, tra gli altri impegni, la responsabilita' della definizione e verifica di tutte le sostanze di riferimento, preparazioni e spettri necessari per le monografie della Farmacopea.

Devono essere tenute presenti anche le seguenti infor- mazioni. Le procedure per i saggi e le determinazioni quantita- tive pubblicate nelle singole monografie sono state con- validate secondo la pratica in atto al tempo della loro elaborazione e per lo scopo per il quale erano state pro- poste.

Monografie generali e specifiche. Le norme della Farmacopea Europea sono costituite da monografie generali e specifiche. La elaborazione di monografie generali si e' sviluppata specie negli anni recenti al fine di fornire norme che permettano di rag- giungere al meglio gli obiettivi sopra descritti e di sod- disfare alle esigenze degli utilizzatori. A partire dalla. In generale la comprensione di una monografia speci-. Nel caso in cui una sostanza e' soggetta alla disposizione di una monografia generale e di una monografia specifica, le due sono complemen- tari.

Una monografia specifica puo' , eccezionalmente, includere una deroga da una o piu' disposizioni della monografia generale. Una lista di monografie generali viene cos ' inclusa in ogni nuova edizione o supplemento della farmacopea al fine di aiutare gli utilizzatori ad identificare quelle che deb- bono essere consultate insieme ad una singola mono- grafia specifica.

Uso di animali. Per tutte le monografie pubblicate per la prima volta nella 4 a Edizione o edizioni succes- sive, il grado di idratazione, se del caso, e' indicato nel titolo della monografia.

Nelle precedenti edizioni il grado di idratazione veniva indicato solo nei casi di esi- stenza di piu' forme. Per evitare ai produttori un non necessario lavoro di rietichettatura dei prodotti, la citata procedura non verra' applicata retrospettivamente alle monografie gia' pubblicate a meno di ragioni connesse a misure di salute pubblica, ovvero a motivi di sicurezza, come nel caso di una sostanza contenente una grande quantita' di acqua. Sostanze chirali. Le monografie sulle sostanze chirali che descrivono un particolare enantiomero contengono un saggio per confermare la purezza enantiomerica basato, generalmente, sulla misurazione della rotazione ottica.

Le monografie che descrivono i racemi sono, al riguardo, eterogenee in quanto, durante la 3 a E d i z i o n e ,. Le vecchie monografie, infatti, non sempre hanno un saggio per mostrare il carattere racemico. Durante il corso della 3 a Edizione in tutte le monogra- fie sui racemi e' stato incluso un saggio per il carattere racemico, basato sulla misurazione della rotazione ottica.

Quando pero' e' stato mostrato che in molti casi un saggio basato sulla rotazione ottica, anche con. Un saggio per il carattere racemico, basato sulla rota- zione ottica, viene ora incluso solo quando la cono- scenza del valore numerico della rotazione ottica speci- fica degli enantiomeri indica che tale saggio e' discrimi- nante in termini di purezza enantiomerica. Qualora altre tecniche, come ad esempio il dicroismo circolare, possono servire allo scopo, esse saranno prescritte in sostituzione della rotazione ottica.

Quando una sostanza puo' dar luogo al polimorfismo, cio' e' normalmente riportato nella sezione Caratteri. Tutta- via, per le sostanze che non facciano parte di questi casi eccezionali, puo' essere necessario, per la loro utilizza- zione in certe forme farmaceutiche, che il fabbricante utilizzi una forma cristallina particolare.

A tale riguardo conviene consultare egual- mente la monografia generale Sostanze per uso farma- ceutico ed il capitolo 5. Specificita' dei dosaggi. A seguito di una revisione della politica sul controllo delle impurezze e' stato incluso nella 5 a E d i -. Tale capi- tolo, insieme alla monografia generale Sostanze per uso farmaceutico , descrive la politica del controllo delle impurezze nelle monografie specifiche e fornisce chiarimenti sul modo di interpretare i limiti nel saggio delle sostanze correlate.

Quando una monografia non e' in linea con la politica generale, la conformita' alla monografia gene- rale Sostanze per uso farmaceutico implichera' di norma che le disposizioni delle monografie specifiche debbano essere integrate. Colonne cromatografiche.

Informazioni sulle apparecchiature e sui reattivi vengono anche date qualora cio' sia conside- rato utile. Solventi residui. I requisiti relativi ai solventi residui sono riportati nella monografia Sostanze per uso far- maceutico e nel capitolo generale 5.

Pertanto, tutte le sostanze attive e gli eccipienti sono soggetti al relativo controllo dei solventi residui anche quando nessun saggio e' specificato nella singola mono- grafia. I requisiti riportati sono stati armonizzati con la linea guida ICH su tale argomento.

Dispositivi medici. Monografie relative ad articoli con- siderati come dispositivi medici, sono state incluse in tutte le edizioni della Farmacopea. A seguito di un accordo tra le varie parti coinvolte, la Commissione ha deciso che le mono- grafie sui dispositivi medici saranno soppresse non appena le norme previste dalla direttiva verranno ela- borate.

Le monografie sui fili di sutura sono mantenute nella Farmacopea; esse sono state modificate per renderle conformi alle disposizioni della direttiva e debbono ora essere considerate come norme del tipo previsto dalla direttiva stessa. Questo adattamento delle mono- grafie ha richiesto la soppressione di alcune monografie di specifici tipi di suture in favore di un approccio piu' generale.

Una monografia sui metodi. Caratteristiche correlate alla funzionalita'. A seguito di una decisione politica della Commissione viene data una crescente attenzione alle caratteristiche correlate alla funzionalita' degli eccipienti; infatti nelle monogra- fie e' stata introdotta una nuova sezione di informa- zioni.

I contenuti di questa sezione non costituiscono requisiti obbligatori in quanto le caratteristiche pos- sono essere rilevanti per un particolare uso di un ecci- piente.

Le caratteristiche possono essere presentate in maniere diverse:. In tutti i casi, il metodo ed il criterio di accettazione non sono requisiti obbligatori ma vengono dati a titolo. La decisione di controllare una carat-.

Revisione redazionale delle monografie. Durante la pub-. Le monogra- fie nuove e quelle estesamente revisionate sono state generalmente pubblicate con il nuovo stile nella 4 a e 5 a. Durante la pubblicazione della 5 a Edizione un nuovo e migliorato stile redazionale e' stato adottato per le monografie sui vaccini veterinari.

Per la 6 a Edizione, un gran numero di monografie e' stato convertito nel nuovo stile al fine di ottenere la massima uniformita' nella presentazione editoriale. La conversione al nuovo stile non influenza il contenuto tecnico delle monografie e pertanto i cambiamenti redazionali non sono stati evidenziati mediante segni a margine.

Federfarma Messina

CAS Regitry Number. Nella 6 a Edizione, i numeri CAS sono stati inclusi nelle monografie al fine di fornire una utile informazione agli utilizzatori. Precedente- mente questi numeri venivano inseriti solo per i reattivi in quanto utili per identificare i fornitori. Specie protette. Le monografie riguardanti droghe vegetali possono far riferimento a materiale ottenuto da specie di piante protette. Questa politica e' stata decisa in quanto:. Gli standard di riferimento predisposti per il dosaggio delle sostanze attive e degli eccipienti possono essere adeguati come standard per il dosaggio delle prepara- zioni solo quando sono soddisfatte le condizioni indi- cate in 5.

Il programma di lavoro viene deciso dalla Commis- sione. In generale quando due Stati Membri propongono la elaborazione di una mono- grafia, la Commissione la aggiunge al programma di lavoro.

I cambiamenti al programma di lavoro vengono pubblicati sul sito internet www. Egualmente la stessa informazione viene tra- smessa alle associazioni industriali registrate presso il Segretariato ed ai punti di contatto con la farmacopea dei singoli fabbricanti. Le parti interessate vengono invi- tate a contattare il Segretariato in relazione a quegli aspetti nei confronti dei quali intendono essere coinvolti nel programma di lavoro.

La procedura di certificazione si applica anche alle dro- ghe vegetali, alle preparazioni a base di droghe vegetali ed al rischio da encefalopatia spongiforme trasmissibile.

I certificati possono essere rilasciati per le monografie pubblicate. Informa- zioni dettagliate sul funzionamento di questa procedura sono reperibili presso il Segretariato o sul sito web EDQM. Una lista aggiornata dei certificati concessi e' disponibile on-line, sul sito web EDQM; tale lista include anche i certificati annullati o sospesi.

La Farmacopea Europea e' disponibile, nella versione inglese e francese, come volume con tre supplementi annuali ed in forma elettronica internet e CD - ROM. Una versione elettronica in spagnolo e' anche disponibile dal luglio Pharmeuropa , il Foro della Farmacopea Europea, e' pubblicato 4 volte in un anno come supporto per la ela- borazione delle monografie e come mezzo di informa- zione sulla Farmacopea e materie ad essa correlate.

Sito Web. Base di dati Knowledge.

Avviso di vendita farmacia

Informazioni sono fornite su:. Entrata in vigore. Programma di revisione. Le monografie e gli altri testi della Farmacopea vengono revisionati, quando neces- sario, mediante una decisione della Commissione. Le proposte di revisione sono pubblicate su Pharmeu- ropa. Le proposte per revisionare le monografie possono essere fatte da una delegazione, dal Presidente della Commissione o dal presidente di un gruppo di esperti. Le proposte per revisio- nare le monografie debbono essere accompagnate da sufficienti dati che giustifichino la necessita' della revi- sione.

Franco Francesco. Hanno collaborato con il Segretariato gli esperti:.

Bossu' dr. Bruno, Montinaro dr. Altri esperti ed associazioni che hanno collaborato per la pubblicazione della XII ed. Segretariato della Farmacopea Ufficiale:. Membri della delegazione italiana. Membri supplenti. Commissione permanente per la revisione e la pubblicazione della farmacopea ufficiale. Orefici dr. Damiano Donato dr. Carlo Cappelli dr. Droghe vegetali. Vincieri prof. Francesco Degrassi dott. Nicola Leone dr. Gabriele Farina dr.

La Torre dott. Carlo Scuderi dott. Giancarlo Cignitti prof. Maurizio Farina dr. Montanari prof. Luigi Salis dott. Taddei dott. Gian Carlo. Farina dr. Preparazioni farmaceutiche. Ciranni dr. Damiano De Marchi dott. Giovanni Donato dr.

Luigi La Torre dott. Francesco Leone dr. Massimo Misasi dott.

Farmacopea

Alfonso Quaglia prof. Cesare Salis dott. Carlo Serino dott. Enrico Rappresentanti Assogenerici Cignitti prof. Maurizio Cappelli dr. Galli dr. Emilio Bonada dott. Claudio Duatti prof.

Adriano Giuliani dott. Luigi Lunghi dott. Fabio Mango dott. Lucio Montanari prof. Claudio Taddei dott. Gian Carlo Cignitti prof. Santucci prof.

Damiano Del Basso dr. Massimo Minghetti prof. Juhan RUUT. Michael A. Maurizio Cignitti. Anna Farina. Graziella Orefici. Paesi Bassi. Commissione europea della farmacopea. Regno Unito. Iugoslava di Macedonia. Jozsef J. Johann KURZ. Henning G. Halil AKAR. Tamas L. Sabine KOPP. Araba di Siria. Moheb M. Dipartimento della Farmacopea Europea. Divisione A. Division B. Dipartimento Pubblicazioni e Multimedia.

Redazione Scientifica. Dipartimento del Laboratorio. John H. Dipartimento per la standardizzazione biologica e rete OMCLs. Dipartimento per la Certificazione delle sostanze. Dipartimento per le Sostanze di riferimento. Unita' Generali. Chimica organica Prodotti di sintesi. Metodi biologici ed analisi statistica. Chimica organica Prodotti naturali. Fitochimica A.

Fitochimica B. Prodotti galenici. Sostanze biologiche.

Sieri e vaccini. Gas medicinali. Vaccini e sieri veterinari. Composti radioattivi. Maria WIRZ. Sangue umano e prodotti del sangue. Qualita' Microbiologica delle piante medicinali. Tossina botulinica.


Articoli popolari: