Kvgo.us

Kvgo.us

Come pulire scarico moto

Posted on Author Kadal Posted in Grafica e design

Una di queste riguarda la pulizia costante della marmitta. Se gli scarichi della tua moto sono sporchi e vorresti conoscere come pulire perfettamente l'esterno e l'. Gli scarichi sono una di quelle parti che oltre alla loro funzionalità, concorrono alla riuscita o meno dell'estetica di una determinata motocicletta. E' possibile mantenere i collettori di scarico puliti (lucidi) come quando si acquista la moto nuova, se uno possiede la moto carenata puo' non. kvgo.us › manuale-pratico-del-motociclista › come-pulir.

Nome: come pulire scarico moto
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
Licenza: Solo per uso personale
Dimensione del file: 21.21 MB

La vostra moto non vi da più prestazioni? Forse la vostra marmitta è intasata. Se avete fatto tanti chilometri e principalmente a bassi giri il problema potrebbe essere quello. Per iniziare smontare la marmitta e il silenziatore dalla moto, dividere tutte le parti: espansione, tubo del silenziatore e terminale. Ripetere il procedimento finchè il fumo cessa di uscire dalla marmitta. Durante il procedimento la marmitta potrebbe fare degli scoppi e il fuoco spegnersi. Il secondo metodo consiste nel preparare delle braci e posizionargli sopra la marmitta finchè non diventa incandescente.

Quando avrete terminato quest'operazione, non scordatevi di passare una buona mano di pasta abrasiva e, per prevenire la ruggine, una di trasparente lucido. La vostra marmitta sarà pronta per far risaltare tutta la sua bellezza!

Pulizia Interna Passiamo quindi alla pulizia interna, molto più difficile di quella esterna. Legando saldamente la marmitta con dei fili di ferro, bisognerà adagiare sopra la brace il suo corpo, facendola riscaldare fino al momento in cui uscirà del fumo nero dal suo interno.

Soda Caustica Un secondo metodo di pulizia richiede l'impiego della soda caustica, un acido molto aggressivo, per cui saranno necessarie grande cautela ed attenzione. Per prima cosa è indispensabile indossare dei guanti di gomma, degli occhiali protettivi, un paio di stivali ed una mascherina.

Chiudere con un panno tutti i fori alle estremità della marmitta per evitare la fuoriuscita dei vapori che si sprigionano dal contatto della soda con l'acqua.

Ora prendiamo la carta vetrata a grana non eccessivamente grossolana in caso di carta troppo abrasiva la marmitta risulterà compromessa in quanto ad estetica e anche a funzionalità, quindi andrà sostituita , e grattiamo tutta la superficie.

Per le parti difficili da raggiungere e le rifiniture, aiutiamoci con un vecchio spazzolino da denti. Inoltre, non bisogna insistere eccessivamente in un determinato punto, e nemmeno mettere troppa forza, il rischio di rovinare la superficie è elevato. Successivamente, è possibile e consigliabile passare del trasparente lucido per proteggere la marmitta dalla ruggine.

Se si opta per questo ulteriore passaggio, teniamo presente che ci vorranno almeno 1 o 2 giorni affinché la marmitta sia perfettamente asciutta e pronta per essere rimontata, quindi sarà impossibile usufruire della moto per questo lasso di tempo.

Grattare con carta vetrata in questo caso è assolutamente sconsigliato pena l'abrasione del carbonio o della vernice.

Tenete presente che spesso alcune marmitte sono protette da vernice trasparente, difficilmente riconoscibile a primo impatto, quindi osservare bene prima di compiere una qualsiasi operazione preliminare. Prendiamo quindi le viti, che abbiamo tenuto da parte contrassegnate in base alla loro posizione originale, e provvediamo a serrarle con la giusta tensione, senza esagerare col rischio di rovinare il supporto, ma senza tenerle troppo molli con il rischio di perderle appena partiamo con la moto, con la conseguenza di rischiare di perdere per strada la marmitta.


Articoli popolari: