Kvgo.us

Kvgo.us

Scaricare conta daimoku da

Posted on Author Shakajinn Posted in Film

  1. Kokorozashi Conta Daimoku 2.7 download - Android
  2. Vittime Soka Gakkai. Esperienze quando un coniuge, convivente, parente entrano in soka gakkai!!!
  3. E quindi? Come la mettiamo con la felicità?
  4. 30 – La Conferma del Sutra del Loto

Caratteristiche generali di Kokorozashi Conta Daimoku. Stiamo lavorando sulla descrizione di Kokorozashi Conta Daimoku sviluppato da Filippo Giunti. Download Kokorozashi Daimoku Free apk for Android. A daimoku counter thought up for Nichiren Daishonin Buddhist practitioners. UN INCORAGGIAMENTO IMMEDIATO PER PRATICANTI BUDDISTI. Se anche tu, come me e gli utenti di. Kokorozashi Daimoku in tutto il mondo, sei un serio. scarica Kokorozashi Conta Daimoku APK ultima versione Fino a quando ho deciso di farmene uno da solo (leggi la mia intera.

Nome: scaricare conta daimoku da
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Solo per uso personale
Dimensione del file: 20.70 Megabytes

Se anche tu, come me e gli utenti di Kokorozashi Daimoku in tutto il mondo, sei un serio praticante buddista ma talvolta devi ammettere di avere difficoltà a essere costante nella pratica quotidiana, Kokorozashi Daimoku potrebbe essere una soluzione di enorme beneficio. Prima di decidere di sviluppare Kokorozashi Daimoku ho provato altri conta daimoku in questo store ma nessuno mi aiutava a restare concentrato nelle recitazioni e determinato nel raggiungimento dei miei obiettivi, facendomi vedere in modo chiaro il percorso che stavo facendo.

Fino a quando ho deciso di farmene uno da solo Un'applicazione utile e veloce, di utilizzo immediato e senza cose inutili al suo interno. Questo vale ogni centesimo speso ed è un ottimo "Hoben" per chi come me ha difficoltà ad essere costante nella pratica: a colpo d'occhio hai la situazione chiara di quanto daimoku hai fatto e quanto ne hai da fare per raggiungere gli obiettivi.

La consiglio a tutti! Davvero un ottimo lavoro!

Finalità di Ricerca Storica o Statistica. In tal caso il trattamento avverrà esclusivamente su dati resi anonimi. La richiesta deve essere inoltrata al Titolare del Trattamento e in copia al Responsabile della Protezione dei Dati Personali.

Società e Professionisti deputati alla Medicina del Lavoro. Professionisti nel settore della Contabilità e della Gestione di Paghe e Contributi. Studiosi, laureandi, membri di società di ricerca e studio, limitatamente a dati resi preventivamente anonimi. Questa differenziazione dottrinale non è di poco conto. Nei secondi 14 capitoli del Sutra del Loto viene esposta la dottrina del Buddha eterno giapp. Con i loro 30 milioni di seguaci e i loro 6.

La prima divisione all'interno delle scuole del buddhismo Nichiren nasce pochi anni dopo la morte del fondatore. È da tener presente che la polemica in questione non è di poco conto. Ed è proprio il rapporto con le altre scuole buddhiste e il ruolo da assegnare al proprio fondatore Nichiren la linea di discrimine di tutte le successive separazioni scolastiche all'interno del buddhismo Nichiren.

Celebra il culto degli antenati, riti di divinazione e pratiche di guarigione [9]. Ha una tendenza fortemente spiritualista.

Sostiene che l'unico soggetto di venerazione deve essere il Buddha Shakyamuni mentre il Gohonzon va riverito ma non venerato. Fuori del Giappone presenta sette centri di pratica ed è in rapporti di collaborazione con la Chiesa cattolica, condividendo importanti iniziative comuni con il Movimento dei focolari fondato da Chiara Lubich.

La sede principale della Soka Gakkai a Tokyo. Ostile al militarismo giapponese, allo Shintoismo e al culto dell'imperatore, Makiguchi fu arrestato nel per essersi rifiutato di rispettare un legge che obbligava i cittadini giapponesi a conservare nelle loro abitazioni dei simboli scintoisti di buon augurio per la nazione.

Seppur costruito, nel , secondo i voleri di Fujiwara Michiie patrono Enni Ben'en, come luogo di pratica Tendai, Shingon e Zen, divenne presto un tempio della scuola Zen Rinzai e risulta oggi il tempio Zen più antico del Giappone.

Furono trasferite nell'arcipelago giapponese da monaci Tendai di ritorno dai loro viaggi in Cina. Oppure, successivamente, trasferite da monaci cinesi missionari in Giappone.

Kokorozashi Conta Daimoku 2.7 download - Android

L'introduzione del buddhismo Zen, come scuola autonoma, in Giappone ha avuto un processo piuttosto sofferto. Tali difficoltà non si riscontrarono tanto nel trasferimento di dottrine, testi e lignaggi quanto piuttosto nel rendere autonomo lo Zen dalla scuola Tendai. Quando date delle guide, ricordate quanto ho detto. Per quanto uno si sforzi, è inevitabile incontrare grandi difficoltà alle prime armi.

Nessuno è maestro nella sua arte sin dall'inizio, cosi come non sempre si diventa bravi solo perché si dispone di molto tempo per esercitarsi o perché si hanno alle spalle anni di pratica.

Il segreto è la volontà di imparare. Prima bisogna risvegliare questa volontà, poi diventare padroni dei principi fondamentali per dare guide nella fede.

Qualunque sia il problema, i principi delle guide sono sempre gli stessi, una volta imparati, li puoi applicare a qualsiasi situazione. Dare guide è un atto di compassione ed allo stesso tempo ti aiuta a svilupparti come essere umano. Un'altra cosa da tenere presente è che non puoi aspettarti di sviluppare la tua fede semplicemente ricevendo guide, ma devi anche accumulare le tue esperienze personali.

Supponiamo che tuo figlio stia imparando ad andare in bicicletta. Tu puoi spiegargli la tecnica il più diffusamente possibile, ma egli non l'imparerà mai se non monta sulla bicicletta e non pedala, anche barcollando e facendo molti ruzzoloni. Allo stesso modo, qualunque sia la complessità del problema presentato da uno dei tuoi membri, tu devi aiutarlo ad affrontarlo coraggiosamente e a risolverlo. Non scoraggiarti se pochi dei tuoi membri partecipano alle attività.

E' importante naturalmente risvegliare i membri inattivi, ma altrettanto importante è studiare come sviluppare ulteriormente i pochi che sono attivi. Mettiamo che nel tuo gruppo ci sono dieci membri dei quali solo tre sono attivi.

In questo caso puoi, per esempio, chiedere ad ognuno di loro di seguire uno dei membri inattivo. Poichè ora hanno un compito da svolgere, si impegneranno nelle attività con più passione di prima. Se gli accoppiamenti fra membri non funzionano bene. Ricorri a tutti i metodi che ti vengono in mente, pur di riuscire a rafforzare il tuo gruppo. Non sempre le visite a casa dei membri hanno successo. Fa appello alla tua fede e scaccia il senso di frustrazione, risoluto a riuscire senza fallo.

Tutti abbiamo qualche problema; la chiave della guida è intuire quale sia il problema e dare l'incoraggiamento appropriato. Chi invece si prende cura dei membri visitandoli frequentemente, si assicura una crescita regolare. Io spero che vi impegnate pienamente nelle attività pregando affinchè ciascuno dei vostri membri progredisca attivamente verso Kosen rufu.

Prima di tutto, devi fare in modo che i membri di ogni gruppo collaborino appoggiando il loro responsabile. Non devi cercare di interpretare il ruolo di protagonista devi piuttosto assistere i responsabili di gruppo perché possano svolgere bene il loro compito.

Cosi facendo tutti, anche quelli più anziani, si riuniranno intorno a te. Quando vai a visitare qualcuno a casa, a volte sarà utile portare con te un responsabile di gruppo o un membro più anziano. La presenza dei membri anziani è un elemento prezioso per le attività di settore.

Vittime Soka Gakkai. Esperienze quando un coniuge, convivente, parente entrano in soka gakkai!!!

Se sei in difficoltà circa la guida da dare, puoi chiedere ad un responsabile più anziano di accompagnarti. Non dimenticare che sei tu l'unico responsabile nelle costruzioni di solide basi per il tuo settore; con questa coscienza, dai le direttive e i consigli in armonia con i responsabili di gruppo in modo che coloro che non praticano riprendano a fare Gongyo e a partecipare alle riunioni e che coloro che nutrono sentimenti ostili verso altri membri cambino atteggiamento.

La Soka Gakkai è un'organizzazione nella quale i membri danno e ricevono guide e incoraggiamento, non si tratta di un organizzazione attraverso la quale puoi esercitare la tua autorità. Se un padre vuol farsi ubbidire dai figli facendo valere la sua autorità paterna, i figli faranno resistenza perché, secondo gli specialisti in pedagogia, i bambini cercano nel padre un consigliere, non un tiranno.

Lo stesso vale nelle relazioni inter personali all'interno di un settore.

Devi assolutamente evitare di far pesare la tua autorità di responsabile nei rapporti con i membri. Anche se le tue parole possono non essere arroganti, se hai la tendenza all'autoritarismo, questa si rivelerà nel tuo modo di agire. Alcuni dei tuoi membri potranno essere difficili da convincere. Devi perseverare pazientemente a dar loro consigli, ricordando che proprio grazie a loro tu puoi progredire nella tua rivoluzione umana. Prendi in considerazione la situazione personale di ciascuno, studia il modo di rendere loro più agevole partecipare alle attività e consigliali appropriatamente.

Allora ti accorgerai che qualsiasi divergenza con i tuoi membri sarà superata. Ma abbiamo davvero bisogno di molta esperienza per dare guide sulla fede? Io credo di no. Naturalmente è auspicabile avere molta esperienza; ma anche se non l'abbiamo, possiamo comunque dare buone guide. Dare una guida sulla fede ad un membro significa dirgli dove, dal punto di vista buddista, risiede la causa del suo problema e spiegargli come deve affrontarlo, in modo che egli cerchi di risolverlo sulla base della fede.

La maggior parte delle persone attribuiscono i loro problemi a qualcuno o qualcosa al di fuori di loro. Non si rendono conto di aver creato essi stessi la causa di quei problemi che, comunque, sono pane del loro karma. In altre parole, non riescono a capire che la prima cosa da fare è cambiare la loro vita, una vita che ha il destino di soffrire per quei problemi.

Per dare guida a questo tipo di persone non è tanto necessaria una vasta esperienza, quanto un ritorno ai principi fondamentali della fede, un ulteriore approfondimento della tua stessa fede. L'unica via per riuscirci è quella di pregare sinceramente al Gohonzon.

Insistere troppo sulla tua mancanza d'esperienza, vuol dire semplicemente cercare di salvare la faccia nel caso in cui non riesca a dare una guida eccellente.

Devi assumere un atteggiamento più costruttivo, altrimenti non sarai mai capace di dare buone guide nella fede, a prescindere da tutta l'esperienza che potrai accumulare. Supponi che venga da noi un membro con una qualche malattia che richiede un intervento chirurgico, e che ci chieda consiglio sul da farsi. Bene, noi non siamo medici e non siamo in grado di dirgli se deve sottoporsi all'intervento o meno.

Quello che invece possiamo fare è spiegargli la causa della malattia dal punto di vista buddista. Il secondo Presidente Toda diceva: "Supponiamo che un membro si ammali. Se la sua fede vacilla potrà anche non guarire indipendentemente dall'abilita del suo medico.

E quindi? Come la mettiamo con la felicità?

Se al contrario la sua fede si mantiene salda, la sua salute migliorerà anche se si rivolge ad un ciarlatano". In questi casi, il punto più importante è far capire alla persona malata che la sua sofferenza scaturisce dalla sua stessa vita e che l'unico modo di cambiarla radicalmente è di recitare Daimoku.

Quando si tratta di un problema particolarmente complesso, capita a volte anche a responsabili con molti anni di pratica di vedere soltanto la superficie delle cose e di non percepire la causa fondamentale. In questi casi dobbiamo evitare di giungere a conclusioni affrettate. Ho un consiglio da dare ai responsabili più giovani, quelli che sono stati appena nominati.

Essi tendono a pensare che i membri più anziani di loro, adesso stanno "sotto" di loro. Ovviamente sanno che è sbagliato considerare la loro posizione in termini di un rapporto da superiore a subordinato. Bisogna ricordare che le posizioni nella Soka Gakkai indicano soltanto responsabilità, non rango nè potere, più la tua posizione è elevata, più la tua responsabilità è grande. Non fate mai confusione a questo riguardo. Passare dal ruolo di responsabile di gruppo a quello di responsabile di settore significa semplicemente che devi assumerti una responsabilità maggiore.

Non credere di essere investito di maggior autorità o che il vice-responsabile di settore che prima era tuo responsabile, sia diventato adesso un tuo "subordinato". Se la pensi in questo modo, avrai difficoltà a svolgere il tuo compito.

Come responsabile di settore, devi insegnare a tutti i membri del tuo settore la grandezza della fede nel Gohonzon e devi guidarli verso la felicità. Essi non sono in alcun modo persone al di sotto di te. L'organizzazione della Soka Gakkai è essenzialmente diversa da quella delle società comuni.

Se credi di essere la persona più importante del tuo settore o credi di poter dare ordini ai membri, commetti un grave errore. Ripeto, non pensare di essere al di sopra dei tuoi membri. Pensa invece: "Sono più giovane ed ho più energia degli altri. Per questo motivo mi hanno assegnato una sfera maggiore di attività". Ogni posizione comporta una quantità corrispondente di attività: più ampio è il campo d'azione, più grande e più pesante la responsabilità.

Devi invece riconoscere le sue capacità e dargli il modo di valorizzarle al massimo. Secondo me, essere responsabile di settore non è niente di straordinario: tutto quello che devi fare è consigliare ogni responsabile di gruppo in base all'esperienza da te acquisita come responsabile di gruppo; devi semplicemente utilizzare la tua esperienza per sviluppare nel modo migliore ogni gruppo del tuo settore.

Prendiamo l'esempio di una famiglia. Ai bambini non piace essere comandati a bacchetta dai genitori. Se una madre parla a sua figlia gentilmente come una sorella, la figlia accetterà volentieri i suoi consigli. Ma se invece esercita la sua autorità di madre per costringerla ad obbedire, la figlia si opporrà.

Se tu assumi un atteggiamento autoritario, troverai un'opposizione ancora più forte da parte dei membri, non riuscirai mai a convincerli se pretenderai che i membri accettino qualsiasi cosa tu dica solo perché tu sei il loro responsabile. Il terzo Presidente, il Signor Ikeda, soleva dire che dare guida significa incoraggiare. Cosa significa in ultima analisi, essere un ottimo responsabile di settore? Significa tirare su molti responsabili di gruppo di valore.

Lo stesso vale per le altre responsabilità, un bravo responsabile di capitolo è colui che fa crescere bravi responsabili di settore e un bravo responsabile di gruppo è colui che porta ogni suo membro ad approfondire la fede, la pratica e lo studio. Ci deve essere qualcosa che non funziona se il responsabile di settore è molto capace, ma nessuno dei suoi responsabili di gruppo lo è altrettanto.

In conclusione, il dovere di ogni responsabile di settore è quello di far crescere ogni responsabile di gruppo affinchè diventi una guida eccellente, e di aiutare ogni membro del suo settore a capire profondamente il Buddismo di Nichiren Daishonin. Ma purtroppo la teoria è una cosa e la pratica è un'altra. Per esempio, le pubblicazioni della Soka Gakkai sottolineano ripetutamente l'importanza di fare Gongyo mattina e sera con assoluta regolarità.

Si potrebbe pensare che con tutta l'insistenza sull'importanza di un Gongyo regolare, nessuno lo salti mai, ma, in realtà, alcuni membri trovano faticoso fare Gongyo.

Dovrebbe invece considerare bene il modo migliore di impartire le sue conoscenze secondo i vari livelli degli alunni e preparare un adeguato programma di studio. In un settore ci sono molte persone che si trovano in situazioni diverse quelli che hanno iniziato da poco, quelli influenzati dal loro ambiente, quelli le cui famiglie sono contrarie alla fede, quelli troppo occupati per partecipare alle attività, quelli che nutrono del risentimento verso un responsabile, e cosi via.

Fino a quando penserai che questo o quel membro ti sta rendendo la vita difficile, tu stesso non potrai crescere. Accetta piuttosto la situazione come un'eccellente occasione per la tua crescita.

Prenditi cura sinceramente di ogni membro, considera i suoi problemi come tuoi, cercane insieme la soluzione ed incoraggialo. Questa è la tua missione come responsabile di settore, questa è la strada per accumulare grande fortuna. Spero che siate convinti di tutto questo e realizziate le vostre attività con grande fiducia. In questo caso, faresti bene a chiedere al maestro di parlare con il bambino. In questo modo dimostri compassione per tuo figlio. Non sgridarlo urlando: "Chi credi che abbia pagato il tuo cibo e i tuoi vestiti fino ad oggi?

Come osi disubbidirmi ed ascoltare una persona che non è nemmeno tuo parente! Supponiamo che tu sia un responsabile di settore. Più gli parli, più lui si risente. In questo caso, sarebbe meglio chiedere ad un responsabile di capitolo di parlargli oppure puoi accompagnarlo dal responsabile più alto.

Dimostreresti una mentalità molto gretta se rimproverassi un membro o un responsabile di gruppo perché ti ha scavalcato chiedendo guida ad un responsabile più alto di te. Nei primi tempi della Soka Gakkai, si consigliava ai membri di ricevere guida dai responsabili di due gradini più in alto di loro. Il responsabile di capitolo doveva consigliare ed incoraggiare i responsabili di gruppo, il responsabile di settore quelli di nucleo, i responsabili di gruppo davano guida ai membri del nucleo.

Credo che questo principio si possa applicare anche adesso. Ma è importante ricordare che il responsabile che è stato "scavalcato" deve essere a conoscenza della situazione del membro che cerca guida da un responsabile più alto, altrimenti potrebbero nascere dei malintesi nei rapporti umani all'interno del settore. Era tanto ansioso e trepidante mentre camminava tutto solo nel buio della notte che, vedendo un albero spoglio agitato dal vento, lo prese per un fantasma.

In altre parole, egli fu al tempo stesso l'aggressore e la vittima. Sarebbe stato inutile far causa all'albero, perché un albero non ha di per sé il potere di incutere paura. Se lo avesse non potremmo mai ammirare la sua bellezza.

Ho accennato a questa storia per farti capire che la soluzione del problema che ti assilla, dipende solo dalla tua determinazione.

Al momento sei convinta che se non puoi partecipare alle riunioni è perché tuo marito non pratica. Ma ti sbagli!

Il Buddismo si basa sulla Legge di causa ed effetto e, secondo questa Legge, è a causa del tuo karma negativo se soffri per tuo marito. Per cambiare questo problema non hai altra alternativa che affrontarlo coraggiosamente.

Proprio perché tuo marito non pratica ancora, tu devi rafforzare la tua fede per essere in grado il più presto possibile di dedicarti alle attività insieme a lui. Ma questo pur voler dire che tu sei debole. Non intendo dire che tu debba essere altrettanto ostinata, ma piuttosto che dovresti avere una forte determinazione di affrontare il tuo destino.

Non portare rancore a tuo marito. Cerca di diventare una moglie che merita la sua fiducia. Prima di tutto devi cambiare te stessa. Dobbiamo rinnovare costantemente la nostra determinazione mantenendo un atteggiamento sempre fresco e costruttivo nei riguardi della fede.

Alle volte vi sarà difficile partecipare alle attività perché avete troppo lavoro o difficoltà finanziarie o perché siete troppo occupate nelle faccende di casa o con i bambini. Ma proprio a causa di queste difficoltà dovete decidere di recitare Daimoku ancora più sinceramente per sviluppare la saggezza di Budda e migliorare la situazione.

Un impiegato non pur essere pagato se non va in ufficio e non svolge il suo lavoro. Come vanno le cose nella tua pratica? Riceviamo il valore di un mese di benefici se facciamo attività per trenta giorni di fila ed il valore di tre giorni di benefici se facciamo attività solo per tre giorni?

Sappiamo bene che non è cosi. Questa è la causa migliore per accumulare buona fortuna. Molti probabilmente si lascerebbero influenzare dallo stato delle cose e sosterrebbero di essere realmente troppo occupati per partecipare alle attività. In questi casi è importante recitare Daimoku al Gohonzon per riuscire a svolgere nell'unico giorno disponibile l'equivalente di sette giorni di attività.

Cosi facendo, potrete un giorno cambiare la vostra situazione in modo tale da poter dedicare all'attività tutto il tempo che volete. E' vero che tutte le cose viventi possiedono la natura di Budda, ma questa non si manifesta se non viene a contatto con una buona influenza. Nessun seme germoglia se non è coperto di terra: il seme è la causa interna, la terra è la causa esterna.

I due si uniscono per produrre l'effetto: il germoglio. Nel Buddismo un'influenza esterna che ci aiuta a manifestare la nostra natura di Budda, si chiama zenchishiki o buona influenza. Nella vita di tutti i giorni, ci preoccupiamo o soffriamo a causa del nostro marito, dei figli, di malattie, di difficoltà finanziarie e cosi via.

Recitando Daimoku e facendo shakubuku per risolvere questi problemi e cambiare il nostro destino, queste sofferenze si trasformano in un trampolino per la nostra rivoluzione umana: tutte le sofferenze e i problemi diventano zenchishiki. Non lasciatevi scoraggiare dalle difficoltà e non prendetele a pretesto per non partecipare alle attività, ma consideratele come preziose cause per la vostra crescita.

Questo è il modo giusto di praticare. Per esempio, se la prendono con il responsabile di capitolo perché è troppo severo, con la responsabile di settore per le donne perché è troppo assillante. Nessuno vuole essere detestato o farsi dei nemici. Tutti desiderano che si parli di loro come delle brave persone. Se non vuoi essere criticato dai tuoi membri, continua a parlare loro gentilmente e a dare guide incoraggianti.

Per esempio, vai a trovare un membro e gli chiedi se fa Gongyo regolarmente. Egli risponde "No. Sono troppo occupato". Allora tu gli dici "Capisco. Poi fai visita ad un altro membro e lo esorti a studiare il Buddismo. Egli dice "Non mi piace studiare il Buddismo, né altre cose, del resto".

Tu dici "Capisco. Bè, se dovesse cominciare a piacerti lo studio, ti prego di studiare". Finché parlerai in questo modo, non sarai mai detestato dai tuoi membri, ma non riceverai neanche benefici. Se vuoi sinceramente renderli felici, devi parlare loro in vari modi, a volte dolcemente, a volte severamente, secondo quello che la situazione richiede.

Nei miei primi anni di pratica, non sentivo parlare altro che della teoria del valore e della teoria degli effetti negativi.

30 – La Conferma del Sutra del Loto

Pensavo che la teoria delle punizioni fosse il monopolio della Soka Gakkai. Ma poi ho scoperto che sono le madri quelle che usano questa teoria più spesso di chiunque altro.

Rammentano sempre ai loro figli gli effetti negativi che riceveranno se non tengono conto delle loro raccomandazioni. Guardandoci indietro, vediamo che siamo sopravvissuti senza danni perché le nostre madri ci avvertivano in continuazione di non fare questo e non fare quello.

A parte il modo in cui lo fanno, possiamo dire che i genitori sgridano i loro figli perché vogliono che crescano bene e diventino delle ottime persone. Non li sgriderebbero per niente, se non avessero a cuore il loro avvenire. Questo vale anche quando diamo una guida: se non siamo sinceramente preoccupati per la loro felicità, i nostri membri non prenderanno a cuore le nostre guide anche se usiamo belle parole ed argomenti intelligenti.

D'altro canto, i membri ne otterranno beneficio se non considerano le guide superficialmente, comprendendo che vengono date unicamente per la loro felicità. Quando eravate piccoli, i vostri genitori probabilmente vi davano una buona lavata di capo ogni tanto e li per li certamente avrete pensato che era ben triste essere un bambino. Adesso che siete cresciuti e che avete i vostri bambini, sono sicuro che apprezzate veramente i vostri genitori e che vi dite: "Ora capisco perché mi sgridavano!

Questo si applica anche ai rapporti fra responsabili e membri. Per esempio, i membri che brontolano perché i loro responsabili sono troppo severi, dovrebbero capire che essi li consigliano perché vogliono che siano felici.

Il fatto che si esprimano con più o meno tatto è un altro problema. Un membro pur provare rancore verso il suo responsabile quando riceve una guida severa. Potrai pensare che la tua responsabile di settore della divisione donne è troppo noiosa, ma quando ti troverai nella sua posizione, ti renderai conto di quanto era sincera.

Io non sono stato un'eccezione. Ho iniziato a praticare solo dopo essere stato violentemente contrario alla fede per qualche tempo. Quando ho capito quanto è grande il Buddismo, ho rimproverato la persona che me ne aveva parlato dicendo: "Se tu fossi stato più insistente, avrei potuto praticare molto prima". Dobbiamo aiutare i nuovi membri a capire la fede prendendoci molta cura di loro, insegnando a fare Gongyo e studiando il Gosho insieme.

Dobbiamo decidere di portare felicità ai nostri membri ed a noi stessi.

La vera felicità consiste nel prendere questa decisione e nel metterla in pratica. Spero che vi dedicherete a dare guide con gioia e fiducia, avendo sempre la massima premura per ogni membro. Ella non aveva mai praticato con entusiasmo. Quando i figli erano grandi, le sue scuse erano: perché si erano sposati, perché avevano avuto dei figli, perché doveva fare la baby-sitter per loro, eccetera, eccetera.

Eppure non perde occasione per dire agli altri membri che non accumuleranno mai fortuna finché si lamentano. E' l'esempio tipico di quelle persone che non riescono a vedere se stesse. Quando sono bocciate ad un esame, dicono che è perché hanno avuto troppo poco tempo per prepararsi, o perché le domande non erano nel programma che avevano studiato. Lo stesso vale per le posizioni nella Soka Gakkai.

Supponiamo che tu sia stato nominato responsabile di settore. Adesso dovrai prenderti cura di molti membri.


Articoli popolari: